Browser non supportato

Il browser attualmente in uso IE11 non è più supportato dalle FFS. Si prega di usare Microsoft Edge per utilizzare.

Stampato il 31.01.2023 - non ufficialel

4.5.5 Soluzione dei conflitti

Nell’ambito della procedura di coordinamento, se possibile, ai richiedenti verranno offerte tracce alternative diverse dalle richieste di tracce originarie. Nell’interesse di un utilizzo ottimale della capacità dell’infrastruttura, SAT può richiedere da ogni richiedente flessibilità sia nel traffico viaggiatori che nel traffico merci laddove tale richiesta consenta di realizzare ulteriori richieste di tracce. Le coincidenze all’interno di una catena di trasporto coordinata del traffico viaggiatori pubblico o del traffico merci devono essere garantite secondo possibilità. Nel traffico viaggiatori cadenzato ciò riguarda le coincidenze tra treni con una frequenza pari al massimo alla cadenza semioraria (compresa). In caso di treni che intensificano la cadenza semioraria, la flessibilità attesa va oltre la garanzia della coincidenza.

Qualora nella procedura di coordinamento non fosse possibile raggiungere un accordo, l’attribuzione delle tracce si svolge in base alle disposizioni della Lferr, dell’OARF e dell’OARF-UFT secondo le regolamentazioni specificate qui di seguito:

4.5.5.1 Soluzione dei conflitti nell’aggiudicazione delle tracce in base al piano di sfruttamento della rete (PUR)

Le tracce vengono aggiudicate in base al piano di utilizzazione della rete (PUR). Dal PUR non scaturisce tuttavia alcun diritto né obbligo, in quanto tale piano assicura rispettivamente solo le capacità di determinati tipi di trasporto, ma non per le singole imprese.

4.5.5.2 Ordine di priorità

Se ai richiedenti non possono essere offerte alternative nell’ambito della flessibilità attesa oppure qualora il conflitto d’ordinazione non sia risolvibile di comune accordo, in conformità alle direttive di legge SAT dà priorità alle richieste che non limitano il numero né la qualità delle tracce assicurate nel PUR per i propri e altri tipi di trasporto.

Se all’interno di un tipo di trasporto vengono presentate più richieste di tracce di quante ne siano previste nel PUR o qualora sussistano conflitti d’ordinazione non risolvibili di comune accordo tra richieste di tracce, si applica il seguente ordine di priorità:

  1. Conflitti d’ordinazione con coinvolgimento esclusivo del traffico viaggiatori
    1. Richieste presentate in base a un accordo quadro (art. 12c cpv. 2 lett. a OARF).
    2. Richieste del traffico viaggiatori cadenzato.
    3. Treni che forniscono un contributo di copertura maggiore per ciascuna richiesta di tracce interessata.
       
  2. Conflitti d’ordinazione in cui non sono coinvolte solo tracce del traffico viaggiatori.
    1. Richieste presentate in base a un accordo quadro (art. 12c cpv. 2 lett. a OARF).
    2. Treni merci per i quali per motivi tecnici, in particolare per la sagoma limite richiesta, non si possono offrire alternative. L’onere probatorio è a carico dell’impresa richiedente.
    3. Richieste nell’ambito di sistemi coordinati di trasporto nel trasporto di merci richiesto per tutto l’anno, per le quali non sono possibili alternative. Ciò vale per treni richiesti per tutto l’anno, che fanno parte di sistemi di coincidenze del traffico interno a carri completi, comprese le reti Express o per l’invio postale di lettere o pacchi
    4. Richieste per treni che nel corso dell’orario annuale transitano ripetutamente, a seconda della frequenza delle corse che si effettuano. In questo caso le richieste sono classificate nelle seguenti tre categorie, con ordine di priorità decrescente:
    • treni che circolano ≥ 5 giorni a settimana nella media annuale,
    • treni che circolano ≥ 3 – < 5 giorni a settimana nella media annuale,
    • treni che circolano ≥ 1 – < 3 giorni a settimana nella media annuale.

Ai fini della classificazione si considerano le tracce-giorni indicate nella richiesta. Le richieste della stessa categoria godono di uguale priorità. Se i treni stagionali non raggiungono la media annuale di un giorno per settimana, si confronta il numero delle giornate effettivamente ordinate per anno d’orario.

Se l’ordine di priorità secondo le cifre 1 o 2 non porta ad alcun risultato e se non è possibile risolvere definitivamente i conflitti, SAT lancia una procedura d’offerta.

In caso di conflitti d’ordinazione all’interno della capacità disponibile (capacità residua non assicurata dal PUR), il traffico viaggiatori cadenzato è prioritario (art. 9b cpv. 4 Lferr). Qualora non fosse possibile risolvere il conflitto d’ordinazione in maniera definitiva, SAT lancia una procedura d’offerta.

4.5.5.3 Procedura d’offerta

Oggetto della procedura d’offerta è la singola traccia per la quale è stata presentata più di una richiesta di attribuzione.

SAT comunica simultaneamente a tutti i richiedenti interessati che è stata lanciata una procedura d’offerta e li invita a presentare un’offerta entro una determinata scadenza (data e ora). Il termine per la presentazione dell’offerta è di quattro (4) giorni lavorativi, a meno che i partecipanti alla procedura d’offerta non concordino un’altra scadenza.

Se alla procedura d’offerta prende parte una richiesta per il traffico viaggiatori, l’offerta deve corrispondere almeno al contributo di copertura secondo l’articolo 20 OARF che si applica alla richiesta per il traffico viaggiatori interessata dal conflitto.

L’offerta più alta si aggiudica la traccia senza ulteriori trattative. In tal senso SAT stabilisce l’importo da pagare in modo tale che la differenza rispetto alla seconda offerta più alta non superi CHF 1000.–.

Nel caso in cui vengano presentate due o più offerte per lo stesso ammontare, la procedura d’offerta viene proseguita fino al prevalere di una richiesta sulle altre.

4.5.5.4 Prestazioni supplementari

Qualora anche in base all’ordine di priorità di cui alla cifra 4.5.4.4 non fosse possibile risolvere un conflitto d’ordinazione e quindi la prestazione supplementare non venisse attribuita a nessun ordinante, SAT lancia una procedura d’offerta. La prestazione supplementare viene attribuita al richiedente che presenta l’offerta più alta. Il vincitore paga al massimo CHF 1000.– in più rispetto alla seconda offerta più alta. La fatturazione si svolge direttamente attraverso SAT ai richiedenti vincenti. Il prezzo offerto va pagato anche se la prestazione supplementare attribuita mediante la procedura d’offerta non viene utilizzata o se successivamente vi si rinuncia.

In situazioni conflittuali complesse con più richiedenti e/o possibilità variabili di attribuzione, SAT determina la procedura del caso e informa le parti coinvolte.

Conflitti sui tempi di sosta nel traffico merci
Si definisce come tempo di sosta di un treno l’intervallo che intercorre tra l’arrivo del treno e il proseguimento della sua corsa, intervallo durante il quale il treno sfrutta capacità di binari nei punti d’esercizio.

Se in caso di conflitti sui tempi di sosta non si trova una soluzione di comune accordo, SAT raggruppa i tempi di sosta presenti nella finestra temporale oggetto del conflitto in unità di 15 minuti sulla base della richiesta di tracce.

Qualora non fosse possibile risolvere i conflitti all’interno di un raggruppamento, SAT effettua una procedura d’offerta all’interno del raggruppamento stesso con i richiedenti interessati (si applica per analogia la cifra 4.5.5.3). Per le richieste soccombenti nella procedura d’offerta e per le richieste raggruppate per le quali non è stato possibile trovare soluzioni all’interno della finestra temporale non viene effettuata alcuna attribuzione.

I richiedenti ai quali non è stato possibile assegnare il tempo di sosta richiesti hanno le seguenti opzioni:

  • Rifiuto della richiesta di prestazione base (traccia) inclusa la prestazione supplementare (tempo di sosta) da parte di SAT;
  • Attribuzione definitiva della prestazione di base (traccia) senza prestazione supplementare (tempo di sosta) con il contestuale impegno del richiedente di garantire la modifica di ordinazione della prestazione di base (traccia) per un’attuazione priva di conflitti entro 30 giorni prima del cambiamento d’orario.

Se la traccia corrispondente non viene modificata al più tardi 30 giorni prima del cambiamento d’orario, dovrà essere disdetta per l’intero anno d’orario (conseguenze sui costi conformemente al catalogo delle prestazioni).

Risoluzione dei conflitti per il ricovero di veicoli motore
In linea di principio, nessuno è titolare di diritti prioritari su un binario di ricovero. SAT assegna i binari di ricovero in modo da assicurare lo sfruttamento massimo possibile della parte dell’impianto.

I conflitti tra le ordinazioni di risorse per il ricovero di veicoli motore insorgono quando in un punto d’esercizio sono presenti diversi ordini per lo stesso binario. I conflitti vengono coordinati in una prima fase, nella quale i veicoli motore vengono suddivisi in tre categorie da gestire in successione:

  1. veicoli motore in impiego in produzione;
  2. veicoli motore di riserva;
  3. veicoli motore per riparazioni e per altre esigenze di ricovero non direttamente correlate alle prestazioni di base.

I binari di raccordo senza conflitti dopo il coordinamento vengono assegnati. Senza conflitto significa che, per un determinato binario di ricovero, esiste solo un ordine di un committente.

Se questa successione di elaborazione non porta a un risultato definitivo, per i binari soggetti a conflitti SAT esegue una procedura d’offerta. Per analogia si applica la cifra 4.5.5.3.

4.5.5.5 Korridor-Katalogtrassen der Güterverkehrskorridore

Per le tracce del catalogo specifico del corridoio attribuite dall’OSS di corridoio si applicano procedure speciali e particolari regole di priorità. Esse sono descritte nel documento informativo del corridoio fascicolo 4 del rispettivo corridoio (www.corridor-rhine-alpine.eu, www.rfc-northsea-med.eu).

Capitolo successivo: Tratte saturate